12/3- ALPINO: Fis Master Cup, Paola Collinassi prima nelle C5

12-3-2011 La seconda giornata della Fis Master Cup di sci alpino a Piancavallo, organizzata dallo Sci Club Sacile in collaborazione con Promotur, è quasi un monologo degli austriaci che, fra i pali stretti dello slalom, al termine di due due manche molto combattute conquistano il successo tra i Master A con il 45enne Rainer Herb, tra i B con il 59enne Johann Muehlbacher e tra le donne (C) con la 36enne Doris Bergner.
Alle altre quindici nazioni partecipanti rimane ben poco perché l’Austria si conferma padrona in 11 delle 22 sottocategorie, anche se l’Italia, ed in particolare il Friuli Venezia Giulia, può festeggiare con la 51enne carnica Paola Collinassi dello Sci Club Pordenone, quinta donna assoluta e vincitrice tra le C5 per soli 18/100 sull’austriaca Unger. Per gli azzurri, comunque, ori pure nelle C10 con la 78enne trentina Maria Gesumina Suster (Città Rovereto), nelle C7 con la 61enne lombarda Magda Rossi (Madesimo), nei B12 con l’87enne novarese Alberto Peretti (Gozzano), da oggi il più anziano in gara alla Fis Master Cup di Piancavallo, e nei B9 con il 71enne bellunese Giordano Sorarù (Monte Civetta).
A livello assoluto, sempre in casa Italia, da segnalare il quarto posto (a soli 35/100 dal podio) del 43enne torinese Stefano Roma (Ala di Stura) nei Master A davanti al 52enne bergamasco Lorenzo Ferrari (Banca Goggi).
Gli atleti del Friuli Venezia Giulia, ad eccezione delle Collinassi, chiudono le rispettive prove senza infamia e senza lode, con il solo alpino carnico Franco Pittino (classe ’71) bronzo negli A2.
Alle premiazioni di questi primi due giorni sono intervenuti, tra gli altri, il vicepresidente del Consiglio regionale, Maurizio Salvador, il sindaco di Sacile, Roberto Ceraolo, il vicepresidente della Fisi, Alberto Piccin, il consigliere nazionale della Federsci, Walter Wedam, il presidente regionale della Fisi, Emanuele Ferrari, ed il presidente di Promotur, Stefano Mazzolini.
Su iniziativa del comitato organizzatore, al termine della gara di slalom e prima della cerimonia di premiazione, la soprano Carlotta Melchiori, 23enne di Caorle, ha intonato dal vivo l’inno di Mameli nell’arena Busa del Sauc dopo che lo speaker della manifestazione, Stefano Ceiner, aveva annunciato in tre lingue l’importante anniversario.
Per la soprano veneta si è trattata di una sorta di anteprima dell’esibizione prevista il 20 marzo a Caorle, sempre in occasione dei festeggiamenti per l’Unità d’Italia, mentre ad ottobre è attesa al Metropolitan Theatre di New York per l’edizione in lingua originale de Il Fantasma dell’Opera.
Domani ultima giornata della Fis Master Cup 2011 a Piancavallo. Nonostante il meteo che prevede possibili nevicate nel corso della mattinata, gli organizzatori confidano nel regolare svolgimento dei giganti in programma sulle piste Busa Grande (Master B e C, ore 8.15) e Tublat (Master A, ore 8.30).

nella foto il podio C5 con al centro Paola Collinassi