7/5- FONDO: in un libro l’impresa di Silvio Fauner a Lillehammer

7-5-2010 Da Venezia a Capo Nord in bicicletta: questa l’impresa di Alberto Fiorin che, con il vivido ricordo della storia di suo nonno, ha percorso la rotta in direzione delle origini del baccalà. Fiorin ha fatto diventare questa avventura un libro, “Il vento dei fiordi”, una sorta di diario dove vengono raccontate le fatiche, gli aneddoti più curiosi, gli amici incontrati nel tragitto. E, inevitabilmente, arrivati a Lillehammer la memoria dell’autore e dei suoi compagni si è rivolta ad un grande campione sappadino dello sci di fondo, Silvio Fauner, che nella staffetta delle Olimpiadi del 1994, fece piangere un’intera nazione battendo allo sprint il norvegese Bjorn Daelhie, e regalando all’Italia una delle vittorie più grandi dello sport azzurro.

Sci e due ruote così si incontrano: sabato 8 maggio Fiorin e i suoi compagni partiranno da Venezia  in bici per arrivare a Belluno, dove a loro si unirà il gruppo degli “All Red” e continueranno poi verso Pieve di Cadore, dove ad accoglierli troveranno assieme ai ragazzi dell’Associazione Sportiva Camosci di Sappada, anche Silvio Fauner e Pietro Piller Cotter, altra gloria sappadina dello sci di fondo internazionale. Da qui, poi, tutti insieme, pedalando verso Sappada dove, alle 18 alla sala congressi in borgata Cima, verrà presentato “ Il vento dei fiordi”. Per chi volesse aggregarsi, sarà possibile farlo da Ponte nelle Alpi (presso l’ex albergo Fontana), tra le 12.30 e le 13.

L’iniziativa è proposta dall’Assessorato allo sport del Comune di Sappada e dalla locale associazione “Giovani tutti a posto”.