24/3- ALPINO: presentati i Campionati Provinciali Transfrontalieri

24-3-2010 E’ stata presentata presso la sala consiliare della Provincia di Gorizia la 6a edizione dei Campionati Provinciali Transfrontalieri di Gorizia, in programma questo fine settimana sul Canin.
Ricevuti dai padroni di casa, l’assessore provinciale allo Sport Sara Vito e l’assessore alle Politiche transfrontaliere Marko Marincic, erano presenti Sergio Cosma (assessore allo Sport del Comune di Gorizia), Vojko Fon e Robert Trampus (vicesindaci di Nova Gorica e di Bovec/Plezzo), Mario Broghes (in rappresentanza del presidente provinciale del Coni Giorgio Brandolin), Uros Jug (direttore Istituto sport Nova Gorica),  Alberto Zimolo (per lo sci club organizzatiore New Line di Romans), Betty Pontello (past president Panathlon Gorizia), il presidente delle società slovene in Italia Jure Kufersin e Larissa Nevierov in rappresentanza delle “Stelle olimpiche”, equipaggio velico formato da sole donne olimpiche ed olimpioniche che, nello spirito dei valori dello sport e della sua cultura fisica e dell’amicizia,  quest’anno si uniscono in una sorta di gemellaggio con il movimento sciistico goriziano.
Ad illustrare l’evento più atteso nell’ambito delle gare di sci alpino a livello provinciale è stato Bruno Gomiscech,  project manager della manifestazione insieme a Livio Rozic, il quale, oltre a ricordare il successo ottenuto dalle precedenti edizioni con l’innovativa  formula “open” aperta anche agli atleti sloveni,  ha illustrato il programma della  due giorni nonchè il suo regolamento, ricordando che per tale gara verranno fatte comunque due classifiche, una globale ed una  olo per la provincia di Gorizia. Abbinato a ciò anche il “9° Memorial Franco Trodella”, che verrà assegnato al primo classificato della categoria Seniores Maschile.
Paolo Tavian, presidente provinciale della FISI, ha ricordato poi che mai come quest’anno la gara ed il weekend avrà un connotato “transfrontaliero”, interessando entrambe le parti del Monte Canin, ormai polo sciistico unico con i due  versanti italiani e sloveni: il sabato allenamenti e cena nella parte slovena, la domenica la gara su quella italiana.
Determinante per l’organizzazione il contributo degli sponsor locali e quello, primario, da parte della Provincia di Gorizia,   che sin dalla sua nascita ha creduto in tale progetto e lo ha sostenuto.