2/3- Luca Ciriani: “Un’Olimpiade molto positiva per i regionali”

2-3-2010 “A prescindere dal numero di medaglie conquistate, quella di Vancouver è stata un’Olimpiade estremamente positiva per i colori regionali, esaltati dallo storico bronzo di Alessandro Pittin nella combinata nordica e successivamente confortati anche dalla grinta e dalla sportività del portabandiera azzurro, Giorgio Di Centa, dalla conferma di Pittin anche dal trampolino lungo e dalla relativa sorpresa regalataci da un’altra emergente, la 25enne Silvia Rupil, capace di tenere testa alle più grandi interpreti del fondo soprattutto nella terza frazione della staffetta, poi sfortunatamente conclusa al quarto posto”.
L’estremo Nordest, commenta quindi il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Luca Ciriani, torna a casa da Vancouver con un podio e altre ottime prestazioni, tutte contraddistinte da “serietà, impegno, onestà e capacità di onorare al meglio il ruolo di testimonial di un territorio orgoglioso e propositivo, sempre attento e vicino alle punte di diamante di un movimento sportivo sano e continuamente sostenuto in tutte le sue espressioni, consci della importanza che ha in chiave di crescita e valorizzazione dei giovani come pure di promozione turistica dell’intera regione”.
Un pensiero speciale, Ciriani lo riserva a Di Centa, il doppio oro di Torino 2006 che ha difeso con carnica determinazione il titolo conquistato quattro anni fa nella 50 km di fondo. “É stato come sempre fantastico – afferma il vicepresidente – e ha  profuso ogni suo sforzo per lottare fino all’ultimo metro con avversari più giovani e altrettanto agguerriti. Ci ha fatto sognare ancora – aggiunge – e il suo comportamento in pista e fuori pista è stato, è e sarà ancora almeno per altri due anni un esempio di quanto i valori dello sport sono e devono essere quelli incarnati da Giorgio”.
Pittin, Rupil e Di Centa, senza dimenticare i saltatori Sebastian Colloredo e Andrea Morassi, l’altro combinatista Giuseppe Michielli e la snowboarder Corinna Boccacini: “Grazie a tutti – conclude Ciriani – per avere portato il Friuli Venezia Giulia a Vancouver. Ora pensiamo ai Giochi di Sochi 2014 e a tutti gli appuntamenti precedenti che coinvolgeranno in diversi modi la nostra regione”.

(a cura dell’Ufficio Stampa della Regione Friuli Venezia Giulia)

nella foto Giorgio Di Centa in azione nella 50 km di domenica scorsa